Mercoledì 29.Giugno

Mi chiedevo sul serio come si creassero i blog.

Alla fine non è poi tanto difficile. Certo, non sto scrivendo il codice, cosa che renderebbe più che orgoglioso Matteo (il mio fidanzato), ma con wordpress è più semplice di quel che temessi.
Abbastanza intuitivo.. anche se ancora devo uscire e rientrare e aprire e chiudere perchè non mi ritrovo nelle impostazioni che vorrei.
E certo, non è di sicuro PROPRIO TUTTO come vorrei, magari una finestra un po’ più in là o una scritta un po’ più in qua. Ma alla fine è gratuito, è armonico e le immagini che ho scelto sono soddisfacenti. 


.. e mentre scrivi il primo Post, l’amore della tua vita ti dice di andare a vedere i biglietti per  un fine-settimana a Barcellona. Torno tra poco.

Che gioia. Si può fare tutto con poco a questo mondo. Certo. Contaci.
Se avessi trovato lavoro mi butterei in un posto diverso ogni fine-settimana.
I miei giorni proseguono tra il cercare il lavoro perfetto e il fare cavolate come iniziare a scrivere un blog che non porterò avanti.
O forse mi sorprenderò e lo aggiornerò quotidianamente. O quasi.

Il lavoro perfetto.
Sì, perché quando sei flessibile e disponibile ad adattarti alle varie situazioni e orari le cose si trovano, quando la tua vita si adatta a quella degli altri trovi facilmente di tutto e differenti cose, se sei gentile, disponibile e aperta sono tutti contenti e tutto va bene. Finché le cose non cambiano, anche solo di una variabile nella tua vita, che ti porta ad essere leggermente meno flessibile e a quel punto..tutto va a rotoli.
“Perchè sei cambiata, perchè non puoi pretendere”.
Pretendere? Stai parlando con me? xD
No, davvero. Sono sempre stata gentile e disponibile e ho sempre avuto lavori che cadevano dal cielo. E mi sono sempre adattata alle esigenze degli altri e alle richieste.
Mi sono trasferita di nuovo a Londra, dal mio Fidanzato questa volta, per poter vivere con lui.Con-lui. Non nella stessa casa e alternarci gli orari. Non per dormire con lui giusto qualche ora e forse stare un giorno a settimana insieme.
Ho 25 anni, e dopo tutte le esperienze che ho fatto ho deciso di trasferirmi qui per iniziare a vivere decorosamente, con un lavoro con orari “normali” e il fine-settimana libero.
#impresaimpossibile xD
Partiamo dal più umile: Nanny.
Sì, Tata. Ho un diploma da educatrice (97/100 grazie grazie) e adoro i bambini. Ho fatto la maestra in un asilo privato, in una classe di 8 nani, quindi posso guardarne 1 o 2 da sola.
AHAHAH, si. Certo. I lavori si trovano, e sono anche ben pagati. Ma ci sono 3 categorie:
1- “NonAvraiMaiPiùUnaVitaSociale”: dalle 7 alle 19 con qualche babysitting (cioè qualche sera fino alle 21/22/23 o addirittura tutta la notte) mensile. (Monday to Friday, ci mancherebbe). Della serie che torni talmente stanco a casa che ti sei alzata alle 5.30 e sei stata 12 ore appresso a uno o due bambini, che quando torni intorno alle 20 a casa vuoi solo andare a dormire. Neanche lavarti. Neanche mangiare qualcosa. E se decidi di lavarti si fanno cmq le 20:30 e mangi alle 21:10.. e sistemi e crolli stecchito. Anche perché se vai a letto più tardi.. ricordati che ti alzi alle 5:30!
#BellaVitaInsieme.
2- “MentreIBambiniSonoAScuolaFaiDiTeCiòCheVuoi”: dalle 7:45 alle 19 circa, tranne che per l’interruzione tra le 8:30 (che li lasci a scuola) e le 13:30 quando i bambini escono da scuola e tu devi andare a riprenderli e portarli a casa. E nelle ore in cui sono a scuola che fai? 2 grandi opzioni:
– Torni a casa.. certo, magari ci metti un’ora ad andare e una a tornare con i mezzi quindi fai toccata e fuga, giusto per il gusto di farti un’imbarcata, aprire e sentire l’odore di casa, per poi richiudere e tornare sui mezzi (neanche a dire fai una lavatrice);
– Fai le pulizie. Oh si, che gioia pulire le case degli altri e poi tornare nella tua che fa schifo perché non hai tempo di passare l’aspirapolvere né di rifare il letto.
3- “IlLavoroPerfetto”: dalle 9 alle 17:30, sempre Monday to Friday. Sì maledizione, l’hai trovatoLO HAI TROVATO. E ce ne sta più di uno, quindi applichi a tutti quelli che puoi.
Ottimo, ora tocca solo aspettare.. la chiamata dei recruiter. Assurdo. Non era la famiglia che aveva postato l’ad..? Well.. Lasciamo perdere questo tasto.
Perché non è quello che ci interessa. Tanto l’agenzia la paga la famiglia.. Se solo l’agenzia non volesse 2 certificati che costano quanto una settimana di lavoro: Paediatric First Aid e DBS check. 
Assurdo. Chi lavora come Nanny dice che non serve e che nn è vero che le famiglie lo richiedono, mentre TUTTE le agenzie di recruitment li richiedono. Possibile?
Come comportarmi?
Sono “Ad-Esca” cioè che ti attirano con ottimo salario e ottimo orario e poi ti fanno fare il corso e non ti danno il lavoro, oppure sono cose di cui ci si può fidare e una volta ottenuto il First Aid Certificate hai anche il lavoro più o meno subito?
Che fatica. Ho mal di testa.
Sì, perché quando invece ti chiama il genitore, fai due interview e sono tutti contenti, alla fine dell’ultima interview ti chiedono “seeenti maaa.. Saresti disponibile una sera a settimana a rimanere fino alle 23?” faccia scandalizzata ma ci possiamo lavorare, per una sera.. “Ottimo, e a viaggiare con noi? sai.. io viaggio molto con il lavoro e mi piacerebbe portarmi dietro la famiglia..” No scusami cioè. Ma me lo dici ora? Ma mi vuoi avvertire prima delle clausole? se mi dici che il lavoro è dalle 10 alle 16 Monday to Friday e arriviamo alla fine della seconda interview nn te ne puoi uscire così all’ultimo. Mi fai crollare tutto!
E mi dispiace, ma No. NOOO nn sono disponibile. Voglio orari NORMALI, VOGLIO UNA VITA CHE SIA MIA! Prendete qualcun’altra, che non sarà mai brava quanto me. Oh.
#AutostimaMode:On.
Che palle. Mi viene da piangere.

#Passoechiudo
A.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s